Solberg finisce in un vigneto e abbatte un palo della luce!

Incredibile disavventura per il pilota di rally Petter Solberg.

Il norvegese, durante il Rally d’Alsazia disputatosi lo scorso week end, è finito lungo in una curva infilandosi direttamente in un vigneto. L’ex campione del mondo (vinse il titolo nel 2003, l’ultimo prima del dominio di Sebastian Loeb) non ha però deciso di togliere il piede dall’acceleratore, sfrecciando ad altissima velocità in mezzo alle vigne e terminando la sua corsa contro un palo della luce, abbattuto. Il pilota ha poi dichiarato che non ha voluto fermarsi perchè era sicuro che avrebbe ritrovato la strada: invece l’ha attraversata ed è finito in un altro campo dove ha trovato proprio il palo che ha messo fine alla sua gara.

Una manovra sconsiderata e pericolosa, dato che ha rischiato di investire diverse persone presenti tra il pubblico e il palo ha quasi travolto un gruppetto di tifosi, salvi per un soffio.

@Giacomo_Baresi

Robert Kubica è tornato alle corse!

Kubica è tornato.

Robert Kubica festeggia sul podio dopo la sua prima vittoria in Formula 1 nel Gran Premio del Canada del 2009

Il pilota polacco, malgrado il gravissimo infortunio che ne ha messo a repentaglio la vita e la carriera, non ne vuole sapere di smettere di correre e nelle ultime settimane ha preso parte a due importanti competizioni rallystiche. Nel febbraio del 2011, proprio a causa di un incidente nel rally di Andorra (in provincia di Savona), si ruppe una gamba e rischiò l’amputazione del braccio destro, gravemente lesionato poiché il guard rail aveva letteralmente attraversato la sua auto; dopo molti giorni di riabilitazione e sofferenze, si ruppe nuovamente la gamba nello scorso gennaio per una banale caduta sul ghiaccio.

La macchina di Kubica trapassata dal guard rail

Il 9 settembre è tornato ufficialmente alle competizioni vincendo tutte le prove speciali di una gara di rally vicino a Biella, mentre il 15 settembre durante il rally di San Martino di Castrozza, è uscito nuovamente di strada non riportando però fortunatamente altri danni fisici. Non è però riuscito a portare a termine la competizione ed è stato costretto al ritiro.

Robert Kubica a bordo della sua Subaru

La cosa importante rimane tuttavia l’ottimismo. Kubica ha intenzione di tornare presto in Formula 1 (dove ha ottenuto 12 podi e una vittoria in passato), ma sicuramente non lo potrà fare prima del 2014. Il rally, oltre che essere una passione, può essere anche un utile allenamento per lui che ha dimostrato di essersi lasciato completamente alle spalle il gravissimo incidente. Era uno dei piloti più promettenti della nuova generazione, ma sfortunatamente ha avuto questo intoppo in carriera. Carriera che sono convinto non è ancora finita e mi auguro che in futuro il pilota potrà togliersi nuovamente grosse soddisfazioni sia Formula 1 che nei rally. Malgrado la Lotus/Renault lo abbia lasciato “a piedi” alla fine della scorsa stagione, problemi fisici a parte penso non avrà problemi a trovare un nuovo team pronto a lavorare per lui.

Robert Kubica a bordo della Renault nella sua ultima stagione in F1

Uno sportivo che ammiro moltissimo Robert Kubica (oltre ad essere uno dei migliori piloti in circolazione). Ammiro moltissimo la sua passione totale per il mondo dei motori che non ha minimamente perso dopo aver rischiato la vita. Il voler continuamente mettersi in gioco con il rally e il voler tornare a tutti i costi nella sua amata Formula 1.

E spero che il suo sogno si possa realizzare!

@Giacomo_Baresi