“Fantozzi e lo sport”: il CICLISMO e la COPPA COBRAM

Seguimi anche su Facebook: https://www.facebook.com/giacomobaresicom

La saga di “Fantozzi” è entrata di diritto nella storia del cinema italiano. La bravura di Paolo Villaggio è stata quella di stereotipare al massimo la vita dell’italiano medio impersonificandola nel ragioniere più famoso d’Italia. E lo sport è sempre stato uno dei passatempi preferiti di Fantozzi, malgrado i disastrosi risultati… Ogni settimana vedremo come Paolo Villaggio ha descritto la sua visione di vari sport (calcio, tennis, sci, atletica, ciclismo, biliardo) nella tragica vita quotidiana del ragionier Fantozzi.

fantozzi_bici11-2

Una delle scene più famose dell’intera saga fantozziana è quella della maledetta “Coppa Cobram”, all’interno del film “Fantozzi contro tutti”.

Dopo la morte del megadirettore in carica (ad oltre 100 anni di età, pure il morbo infantile della rosolia può essere letale) agli impiegati della Megaditta viene annunciato il nome del suo successore: il Dottor Ing. Gran Mascalzon di Gran Croc. Visconte Cobram!

“Tra tutti, quello del Visconte Cobram era il nome più temuto, era quello della corsa ciclistica… da giovane era stato un mediocre ciclista dilettante ed entrato a 18 anni nei ranghi della società, aveva fatto strada facendo il leccaculo e la spia dei potenti ed ora, raggiunto anche lui il potere, voleva che il ciclismo lo praticassero tragicamente tutti i suoi dipendenti.”

Il Visconte Cobram nel suo ufficio

Il Visconte Cobram nel suo ufficio

Dopo una iniziale raffica di domande nei confronti di Fantozzi il giorno della presentazione ai suoi sottoposti, Cobram li obbliga tutti a presentarsi al lavoro in bicicletta e ad allenarsi per qualche decina di chilometri la sera prima di tornare a casa. Inizialmente i dipendenti parcheggiano la propria auto non lontano dalla Megaditta, ma vengono immediatamente scoperti dal loro superiore che a bordo della sua auto da gerarca nazista li scorta come a bordo di una ammiraglia.

“Tre ore dopo anche Fantozzi ebbe qualche leggerissima difficoltà di movimento.”
“Pina, aiutami che non arrivo alla maniglia… ho qualcosa che non va alle articolazioni elementari…”

Il giorno dopo si presentano al lavoro in sala mensa in condizioni davvero disastrose: chi in barella, chi su un letto d’ospedale, chi in carrozzella. Fantozzi non riesce a reggersi in piedi e finisce su un piccolo carrellino in ginocchio…

“Il giorno dopo in sala mensa entrò un plotone di supermutilati di tutte le guerre! Erano i tragici partecipanti all’allenamento della sera prima!”

Cobram in sala mensa dà l'annuncio ai dipendenti

Cobram in sala mensa dà l’annuncio ai dipendenti

Nell’occasione, Cobram annuncia di mettere in palio la prima Coppa Cobram, una gara ciclistica che alla fine diventa di 70 chilometri!

Dopo di che Fantozzi e Filini, per evitare la tragica corsa, tentano invano di fingersi un illustre medico svedese camuffando la voce, ha inizio la gara…

Fantozzi e Filini nel tentativo di fingersi il medico svedese

Fantozzi e Filini nel tentativo di fingersi il medico svedese

Poco prima della partenza Fantozzi decide di prendere per 100.000 lire la “bomba” contenente metredina, simbamina, aspirina, franceschina, cocaina e peperoncino di cayenna… “Questa te lo fa pure arrizzà…!”

“Sulla salitella di Viale de Amicis, nominata poi tragicamente “cima del Diavolo”, incontrarono l’immancabile e terrificante tempesta teatro di ogni Gran Premio della Montagna. Nell’epicentro, 50 gradi sotto zero! Il geometra Belli, che assomigliava stranamente ad un’orata, si perse nella nebbia. Fu venduto a trance in un supermarket rionale.”

“Al secondo attacco del colle del Diavolo furono colti dai primi impercettibili sintomi da fatica: asfissia, occhi pallati, arresti cardiaci, lingue felpate, aurore boreali, miraggi! Ormai disidratato, Fantozzi pensò di essere vittima di un’allucinazione!”

“Al secondo passaggio nella Tempesta, un tifoso si mosse a compassione.”

Il tifoso che tira una secchiata d'acqua a Fantozzi

Il tifoso che tira una secchiata d’acqua a Fantozzi

Accompagnati dall’immancabile ambulanza e dal carro funebre, la gara continua a mietere le sue vittime… durante la discesa, ad ogni passaggio del gruppo, un dipendente finisce dritto nella trattoria “Al Curvone” irrompendo in un matrimonio e aggregandosi ai festeggiamenti (il primo è Filini a causa della rottura dei freni).

“La Coppa Cobram era ormai diventata una gara ad eliminazione. Erano rimasti solamente in due per contendersi la vittoria finale con ogni mezzo, anche il più sleale…”

Fantozzi mentre beve la "bomba"

Fantozzi mentre beve la “bomba”

Fantozzi decide di prendere la “bomba”, supera il suo avversario che, nel tentativo di agganciarsi alla sua bicicletta, finisce anch’egli alla trattoria a causa dell’alta velocità. Fantozzi, una volta tagliato il traguardo in solitaria, finisce invece dritto nel carro funebre…

@Giacomo_Baresi