“Fantozzi e lo sport”: il TENNIS

Seguimi anche su Facebook: https://www.facebook.com/giacomobaresicom

La saga di “Fantozzi” è entrata di diritto nella storia del cinema italiano. La bravura di Paolo Villaggio è stata quella di stereotipare al massimo la vita dell’italiano medio impersonificandola nel ragioniere più famoso d’Italia. E lo sport è sempre stato uno dei passatempi preferiti di Fantozzi, malgrado i disastrosi risultati… Ogni settimana vedremo come Paolo Villaggio ha descritto la sua visione di vari sport (calcio, tennis, sci, atletica, ciclismo, biliardo) nella tragica vita quotidiana del ragionier Fantozzi.

da “Fantozzi” (1975), regia di Luciano Salce

Fantozzi deve dimagrire. Cosa c’è di meglio allora di una partita di tennis tra colleghi? Ovviamente, dato il loro bassissimo rango sociale, l’ora e le condizioni meteorologiche erano decisamente inappropriate per giocare…

“Filini fissò il campo da tennis per la domenica più rigida dell’anno. Dalle sei alle sette antelucane. Tutte le altre ore, man mano che si avvicinava il mezzogiorno, erano occupate da giocatori di casta sempre più elevata: Direttori Clamorosi, ereditieri, cardinali e figli di tutti questi potenti.”

Filini e Fantozzi si accordano per la scelta del campo.

L’abbigliamento dei due ragionieri è davvero fantastico: cercano il più possibile di assomigliare a dei professionisti per dare un senso alla propria performance. Malgrado il loro livello tennistico sia prossimo allo zero, non esitano ad indossare vestiti che li possano fare sembrare dei veri tennisti. Ovviamente con abbinamenti che li fanno cadere nel ridicolo…

“Abbigliamento di Filini: gonnellino pantalone bianco di una sua zia ricca, maglietta Lacoste pure bianca, scarpa da passeggio di cuoio grasso, calza scozzese e giarrettiere; doppia racchettina Liberty da volano. Fantozzi: maglietta della GIL, mutanda ascellare aperta sul davanti e chiusa pietosamente con uno spillo da balia, grosso racchettone 1912, elegante visiera verde con la scritta “Casinò Municipale di Saint Vincent”

La sfida non durerà molto dato che Fantozzi dopo qualche tentativo di battuta finirà al tappeto colpito dalla sua stessa racchetta… per l’esultanza di Filini che ha vinto il match senza dover colpire nemmeno una palla!

@Giacomo_Baresi