NFL – “Top&Flop” Week 6

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/giacomobaresicom

Top

1. Aaron Rodgers (QB. Green Bay Packers)
Non si poteva non aprire con Aaron Rodgers e i suoi Packers, che espugnano il Reliant Stadium di Houston avendo ragione nel Sunday Night degli allora imbattuti Texans in una partita senza storia.

Il prodotto di University of California sforna una prestazione mostruosa: 24 completi su 37, 338 yards con ben 6 touchdowns e nessun intercetto.

Solo una partita del genere di uno dei migliori quarterback della Lega poteva avere ragione di questi Texans.

2. Denver Broncos (3-3, 1-2 away)
24-0 Chargers era il risultato a fine primo tempo. 35-24 Broncos il finale.

Grazie alla scomparsa di San Diego nel secondo tempo e alla difesa della franchigia del Colorado, la partita torna in equilibrio e nell’ultimo quarto, quando conta, Peyton Manning fa ancora una volta la differenza.
Per il 4 volte MVP 24/30,309 yards, 3 td pass e 1 int.

Vittoria che fa morale e permette a Denver di impattare il 50% in stagione.

3. Robert Griffin III (QB. Washington Redskins)
Le statistiche di RGIII non sarebbero da Top3 settimanale (17su22, 182yards, 1td e 1 int), ma la giocatina del rookie da Baylor vale oro quanto pesa. 76 yards di corsa a pochi minuti dalla fine culminate nel secondo touchdown della partita per il quarterback Redskins che significa vittoria contro la rognosissima Minnesota.

Per RGIII stats da running back puro: 13 portate per 138 yards e 2 td.

Flop

1. New England Patriots
Pats avanti di 13 a metà ultimo quarto e poi sconfitti a fine partita contro dei sorprendenti Seahawks. Altra W stagionale buttata dopo quelle contro Arizona e Baltimore che permetterebbero di avere a Brady e compagnia una classifica decisamente migliore del 3-3 stagionale.

Brady lancia 36su58 per 395 yards con 2 td e 2 int.

2. San Francisco 49ers
Era la partita perfetta per vendicarsi dei Giants dopo il Championship dell’anno scorso, invece i 49ers escono dal Candlestick Park con le ossa rotte. 26-3 senza storia con un Alex Smith decisamente sottotono.

Per il quarterback di Frisco 19su30 per 200 yards, o td e ben 3 intercetti, subendo 4 sacks.

Brutto stop per i 49ers, sconfitti negli aspetti dove pensavano fossero superiori ai Giants.

3. Michael Vick (QB. Philadelphia Eagles)
Altra domenica non eccezionale per Vick.

Il quarterback degli Eagles ha lanciato 28su46 per 311 yards e 2 td, ma ha anche regalato 2 intercetti ed un altro fumble.

I turnovers salgono così a 17 in sei partite, di cui 13 sono tutti personali di Vick con 8 intercetti e 5 fumbles.

Che sia l’ora di Foles nella città dell’amore fraterno?

@MarcoFacchetti