Che fine ha fatto Federico Macheda?

Federico Macheda, talentuoso attaccante del Manchester United, si è perso per strada.
E’ stato per qualche mese uno dei giovani più promettenti del calcio inglese quando alla sua prima partita in Premier League, il 5 aprile 2009, esordì contro l’Aston Villa (a soli 17 anni) e segnò il gol del definitivo 3-2 a pochi secondi dalla fine. Una rete splendida che lo catapultò immediatamente nel calcio dei grandi. In circa due anni ha collezionato 27 apparizioni con la maglia dei Red Devils segnando 4 gol.

Nel 2011 tornò in Italia. Una Sampdoria orfana di Cassano e Pazzini lo volle in prestito per guidare il proprio attacco, ma fu un flop clamoroso. 16 presenze (poche delle quali sopra la sufficienza) e una sola rete in Coppa Italia contro l’Udinese. I blucerchiati quell’anno non riuscirono ad evitare la retrocessione.

Tornato a Manchester, le occasioni per giocare erano diventate sempre meno. Nella scorsa stagione andò nuovamente in prestito a gennaio, questa volta al Qpr, ma anche lì il campo lo vide poco. Ora è di nuovo tra le file dello United.

Federico Macheda a fianco del suo maestro Alex Ferguson

Per cui mi chiedo: Macheda è davvero un baby fenomeno, oppure un giovane sopravvalutato che ha avuto la fortuna di segnare al proprio esordio? La storia ricorda quella di Alberto Paloschi che esordì col gol con la maglia del Milan ed ora milita nel Chievo segnando di tanto in tanto. Tutto sommato credo che Macheda sia stato troppo sopravvalutato dopo l’esperienza inglese e a Genova ha dimostrato di non essere ancora maturo e in grado di guidare l’attacco di una squadra. Per lui era facile giocare a fianco di giocatori del calibro di Ronaldo, Rooney, Berbatov e Tevez, ma quando si è trovato in prima persona ad avere la responsabilità di sostenere il reparto offensivo, è crollato miseramente. Ora spero possa ritrovarsi, perché in futuro è un calciatore che potrebbe far comodo anche in chiave Nazionale, ma andando avanti di questo passo potrebbe essere ricordato come un giovane che si è subito “bruciato”. E’ reduce da due stagioni completamente buie, ma ricordiamoci che è nato solo nel 1991 ed ha ancora tutto il tempo per riscattarsi.

@Giacomo_Baresi

2 thoughts on “Che fine ha fatto Federico Macheda?

  1. se conosci la mentalità inglese sai bene che per loro il “prestito per valorizzare” è una cosa che non esiste. quindi di fatto il giudizio su Macheda è stato dato da tempo: a Manchester serve a fare numero, altrove deve solo trovare la sua dimensione che – oggettivamente – non si sa realmente quale sia e per quello che ha dimostrato fin qui potrebbe essere anche in serie B o minori…

  2. effettivamente solo in Italia diamo in prestito i giocatori per “fargli fare le ossa”. Negli altri campionati sono maggiormente valorizzati dalle grandi squadre che se li tengono stretti per permettere anche ai campioni di insegnare e trasmettere loro quello che sanno.

Comments are closed.